Martassina

Oggi, dicendo questo nome, si indica il borgo che raggruppa tre piccole frazioni: il Molar, il Baous e i Toumà, ma anticamente non era così. Queste frazioncelle antichissime e già esistenti, sebbene con nomi alquanto diversi dagli attuali, prima che il nome Martassina (verso la fine del ‘400) fosse conosciuto, erano indipendenti l’una dall’altra. Il nome di Martassina subì diverse trasformazioni: dal 1643 divenne Mastadina fino al 1648; poi dal 1648 al 1664 divenne Maltadina ed alle volte anche Martazina. La prima frazione di Martassina ha nome Molar ed è antichissima, infatti pare confermato che esistesse già nel 1200 con il nome di “Villa Marchisio”, essendo quasi esclusivamente abitato da famiglie di questo lignaggio, tutte impegnate nella fabbricazione di mole da mulino, che poi smerciavano fra gli abitanti della valle e sul mercato di Lanzo. Tale frazione non ebbe i suoi inizi nel luogo dove si trova attualmente, ma più in basso, sulla sponda sinistra della Stura e quindi esposta al pericolo degli straripamenti del torrente; solo più tardi furono abbandonati i primitivi casolari e sorse la nuova borgata. A circa 100 mt. dal Molar c’è la piccola frazione del Baous, che nel dialetto locale significa balzo o precipizio,e deve il suo nome al fatto che le case, poste a giorno dell’enorme rocca su cui troneggia la Cappella di S. Michele, sono costruite sopra un dirupo scosceso. Dalle case dei Michela l’antica mulattiera discendeva verso la Stura a raggiungere l’ultima frazione di Martassina, detta in un primo tempo li Fré e poi li Toumà. Fin dal 1200 circa, una famiglia di fabbri-ferrai di nome Ferreri, nativi di Pont, venne a stabilirsi ad Ala e fissarono la loro dimora in poveri casolari esistenti poco a ponente della frazione dei Michela, dove aprì in quella zona un’officina per la lavorazione del ferro. Quel piccolo nucleo di case prese il nome “li Fré“, che può derivare sia dall’abbreviazione dialettale del nome della famiglia “Ferreri”, oppure dal mestiere da loro praticato, che nel gergo locale si dice fré. Nel 1430 Tommaso Pastore sposò Alena Ferreri e si stabilì nella casa paterna della sposa a li Fré, che poi da lui, verso la metà del ‘400,  incominciò a chiamarsi dei Tomà: li Toumà.

Pian della Pietra – Marone’ – Cesaletti – Maronera

Pian della Pietra – Marone’ – Cesaletti – Maronera

Il Pian della Pietra (Pian d’la Pèra) deve il suono nome probabilmente alla presenza, in mezzo ad un’ampia prateria, di un enorme macigno caduto non si sa da dove. Dal Pian della Pietra si imbocca un sentiero che porta ad altre due frazioni: Li Maronè (il luogo più...

Pracera – Crosat – Ciardo

Pracera – Crosat – Ciardo

Ricordata fin dalla metà del secolo XVII con il nome di Peracchiero o Pracchiero è detta oggi, con una leggera deformazione del nome antico, "Pracera". Questo piccolo nucleo di case anticamente faceva parte della frazione del Pian del Tetto, come la Canova e la...

Pian del Tetto

Pian del Tetto

Questa frazione è formata da un agglomerato di case addossate le une sulle altre, con viuzze strettissime che formano un intricato labirinto, disposte sul dorsale della montagna a quota 1150 mt, le cui origini risalgono al XII o forse all’XI secolo. Alcune fonti...

Villar

Villar

Il vocabolo "Villar", che è sinonimo di villa, borgo, villaggio, borgata, ecc. è un'espressione assai diffusa in Piemonte, per indicare piccoli paesi oppure frazioni di paesi. La frazione Villar è certamente antichissima e ricordata in documenti storici che lasciano...

Cresto

Cresto

La frazione è antichissima e se ne dà per certa l’esistenza fin dal 1300. Posta a 1162 mt di altitudine e a 54 km da Torino, si adagia su un poggio da cui si gode una vista incantevole e pare proprio che il nome sia dovuto alla sua ubicazione, cioè alla prominenza su...

Masone – Canova – Croce

Masone – Canova – Croce

A nord della frazione Pertusetto si snodano vari sentieri che salgono alle Grange e conducono alla frazione Maison o Mason, detta qualche volta Mazzone ed anche Amazzone. Appollaiata sotto i fianchi scoscesi delle Corbassere, questa frazione non fu mai abitata da...

info@comunealadistura.it • Ala di Stura (To), Piazza Centrale 22, 10070 • Web design by Il Salotto delle 3 W

Copyright © | 2021 Progetto Meridiane